Dislivelli.eu n. 95 marzo 2019

Il global warming minaccia le stazioni sciistiche sotto i 2000 metri. Dove nascono laboratori di futuro, tra trasformazioni, novità e innovazioni nell’ambito dell’offerta turistica invernale.

Dislivelli.eu n. 95 marzo 2019 Dislivelli.eu n. 95 marzo 2019

Se la montagna bianca si colora di verde

S’impone una trasformazione culturale perché la vera protagonista di domani sarà la montagna estiva, il corridoio ecologico più vicino alle città e il più lontano dall’afa e dall’inquinamento urbano. Sarà una montagna più verde che bianca, comunque un mondo bellissimo. Dipende solo da noi.
di Enrico Camanni

Se la montagna bianca si colora di verde Se la montagna bianca si colora di verde

Il riscaldamento della montagna

I resoconti degli scienziati sono oggi un forte grido d’allarme, che purtroppo non corrisponde a una presa di coscienza da parte dell’opinione pubblica e della politica. Occorre un cambio di passo come mai è accaduto nella storia dell’umanità.
di Vanda Bonardo

Il riscaldamento della montagna Il riscaldamento della montagna

Neve perenne

Con un metro cubo d’acqua si producono due metri cubi di neve artificiale, con temperatura tra i -2 e i -12 gradi e un tasso di umidità intorno al 20%. Pare che grazie a NeveXN il manto nevoso sia garantito anche tra gli 0 e i +15 gradi. Ma quanto durerà?
di Claudia Apostolo

Neve perenne Neve perenne

I giganti dello sci

Sopra i 2000 uno sci elitario, dai grandi numeri, che ormai vede reti mondiali collegarsi alle più avanzate stazioni sciistiche d’alta quota delle Alpi e degli Appennini. Sotto i 2000 il laboratorio del futuro, tra trasformazioni, novità e innovazioni.
di Maurizio Dematteis

I giganti dello sci I giganti dello sci

La sfida aperta del Tarvisiano invernale

Nel 2017 a Tarvisio gli arrivi sono stati 144 mila, numeri di tutto rispetto, eppure se confrontati con quelli della vicina Kranjska Gora il rapporto è impietoso: 224 mila arrivi e 608 mila presenze.
di Alessandro Ambrosino

La sfida aperta del Tarvisiano invernale La sfida aperta del Tarvisiano invernale

Alto Adige: cambia il clima, cambia il turismo

Gli operatori altoatesini del turismo invernale stanno attuando azioni di adattamento: innevamento programmato o posticipo dell’apertura degli impianti. Ma è verosimile immaginare che nel lungo termine vi sarà un cambiamento della stagionalità
di Peter Laner e Anna Scuttari

Alto Adige: cambia il clima, cambia il turismo Alto Adige: cambia il clima, cambia il turismo

Come riutilizzare i ruderi d’alta quota

Alpe Bianca a Tornetti di Viù, Provincia di Torino: come riconvertire una stazione sciistica definita “ecomostro” in una residenza per artisti dotata di spazi per la ricettività, laboratori e sale espositive.
di Alessia Grillo e Matteo Grosso

Come riutilizzare i ruderi d’alta quota Come riutilizzare i ruderi d’alta quota

Turismo della neve: un’occasione persa per le foodway

In Italia oggi per i prodotti tradizionali della montagna agganciare i flussi turistici invernali sembra essere un’occasione persa. Salvo l’impegno di singoli chef che hanno fatto della tipicità e del km0 la loro filosofia.
di Marta Geri

Turismo della neve: un’occasione persa per le foodway Turismo della neve: un’occasione persa per le foodway
Ultimi articoli:

La sfida aperta del Tarvisiano invernale

1 marzo 2019, in: News

Nel 2017 a Tarvisio gli arrivi sono stati 144 mila, numeri di tutto rispetto, eppure se confrontati con quelli della vicina Kranjska Gora il rapporto è impietoso: 224 mila arrivi e 608 mila presenze.
di Alessandro Ambrosino

Alto Adige: cambia il clima, cambia il turismo

1 marzo 2019, in: News

Gli operatori altoatesini del turismo invernale stanno attuando azioni di adattamento: innevamento programmato o posticipo dell’apertura degli impianti. Ma è verosimile immaginare che nel lungo termine vi sarà un cambiamento della stagionalità
di Peter Laner e Anna Scuttari

Prali: non di solo sci può vivere la montagna

1 marzo 2019, in: News

La seggiovia 13 Laghi è diventata il cuore di una strategia che mira ad adeguare il comprensorio alle nuove e più attuali esigenze del turismo dolce, attraverso la trasformazione di una “stazione sciistica” in una più innovativa “stazione turistica” tout court.
di Chiara Mazzucchi

Gli spaesati di Saluzzo

1 marzo 2019, in: News

Come tutti gli anni fra pochi mesi, con l’arrivo dell’estate, si aprirà la stagione della raccolta della frutta. Fatta di sfruttamento lavorativo, buste paga fittizie e altre irregolarità. Che concorrono a peggiorare la condizione già precaria dei braccianti africani indispensabili all’economia locale.
di Lele Odiardo

Giochi invernali: le città si sfilano

1 marzo 2019, in: News

Cosa significa per una città avere assegnata l’organizzazione dei Giochi Olimpici? Firmare un contratto capestro col CIO che la priva di ogni autodeterminazione. Perché entro la data stabilita tutti gli impianti devono essere realizzati. Senza possibilità di modifiche e spesso senza valutazioni ambientali adeguate.
di Francesco Pastorelli

 Pagina 2 di 368 « 1  2  3  4  5 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance