Rifai parte alla conquista d’Italia

Attraverso il sito la Rete italiana giovani facilitatori lancia una call nazionale alle realtà interessate alle future politiche giovanili delle aree interne.
di Maurizio Dematteis

Rifai parte alla conquista d’Italia Rifai parte alla conquista d’Italia

Riparte Migliora: migrazione & integrazione nelle aree rurali e urbane

Migliora2 consiste in una serie di incontri formativi mirati a rafforzare le competenze dei soggetti non-profit, pubblici e for-profit attivi, nell’incontro domanda e offerta di lavoro per la popolazione straniera che affronta la procedura di asilo nelle aree rurali e urbane di Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Il percorso è gratuito e c’è tempo fino al 12 aprile per iscriversi.

Riparte Migliora: migrazione & integrazione nelle aree rurali e urbane Riparte Migliora: migrazione & integrazione nelle aree rurali e urbane

Dislivelli.eu n. 109 febbraio-marzo 2021

Il rifugio, luogo simbolo per amanti e frequentatori della montagna, sta oggi subendo una forte trasformazione dettata dall’accelerazione del mutamento climatico, economico, culturale e sociale del pianeta.

Dislivelli.eu n. 109 febbraio-marzo 2021 Dislivelli.eu n. 109 febbraio-marzo 2021

Il rifugio che accoglie

La distinzione tra rifugio o albergo si fa sempre più labile. Oggi il rifugio è un luogo che accoglie e rifocilla l’escursionista, ma è anche un crocevia d’incontro di scambio. E come sempre, più la città è distante, più il rifugio acquista senso.
di Enrico Camanni

Il rifugio che accoglie Il rifugio che accoglie

Quattro decadi, quattro domande

Guido Colombo, gestore del rifugio Garelli da quarantadue stagioni, racconta la trasformazione degli ospiti: dai frequentatori dei canaloni innevati, ai camminatori della Grande Traversata delle Alpi, ai trail runner. Fino alle stagione della pandemia, che vedono un forte aumento della frequentazione della montagna.
di Irene Borgna

Quattro decadi, quattro domande Quattro decadi, quattro domande

Rifugio o presidio del turismo dolce?

Il rifugio può essere un presidio del turismo dolce? Il suo ruolo oggi è quello di cogliere l’entusiasmo e farsi chiave di lettura del territorio. Accompagnando i propri ospiti a comprendere la responsabilità del loro essere turisti.
di Luca Serenthà

Rifugio o presidio del turismo dolce? Rifugio o presidio del turismo dolce?

Più dignità al turismo dolce

I rifugi del Piemonte registrano da tempo un cambiamento nei gusti e usi dei loro frequentatori. Accelerato e complicato dalle recenti normative di sicurezza sanitaria dettate dalla pandemia in corso.
di Maurizio Dematteis

Più dignità al turismo dolce Più dignità al turismo dolce

Il futuro della Regina delle Dolomiti

Il 14 dicembre scorso una valanga portava via il rifugio Pian dei Fiacconi, sul versante nord della Marmolada. Riparte il dibattito sul futuro del turismo in una delle aree più preziose delle Dolomiti, tra nostalgici del turismo di massa e favorevoli al cambiamento.
testo e foto Giorgio Daidola

Il futuro della Regina delle Dolomiti Il futuro della Regina delle Dolomiti

Il tramonto della Strategia Val Maira

La Valle Maira perde 11 milioni di euro stanziati per l’azione della Strategia Nazionale Aree Interne, mentre il consorzio turistico locale cerca di affrontare al meglio i cambiamenti dettati dell’emergenza Covid 19.
di Claudia Apostolo

Il tramonto della Strategia Val Maira Il tramonto della Strategia Val Maira

Impianti e pandemie

La mancata apertura delle stazioni sciistiche ha costituito sì un dramma epocale, ma potrebbe anche rappresentare un’occasione di cambiamento divenuto urgente per il futuro economico, sociale e ambientale dell’ecosistema montano.
di Sabrina Allegra, foto Stefano Di Marco

Impianti e pandemie Impianti e pandemie

Rifugi: spazi di educazione e sperimentazione

Soggiornare in un rifugio significa doversi adattare a un ambiente diverso; permettere alle persone di vivere momenti speciali, di “iniziazione”, come la notte buia, l’alba, o il risveglio della montagna…
di Virginia Patrussi

Rifugi: spazi di educazione e sperimentazione Rifugi: spazi di educazione e sperimentazione

Lo spazio del rifugio. Cosa abbiamo imparato nel 2020?

Il rifugio è uno straordinario modello di socialità con condivisione degli spazi e funzioni che educano alla convivenza e all’adattamento. Oggi, messo in crisi dall’emergenza sanitaria, grazie agli gli accessi contingentati e programmati, potrebbe favorire una ridistribuzione più equilibrata dei flussi.
di Luca Gibello

Lo spazio del rifugio. Cosa abbiamo imparato nel 2020? Lo spazio del rifugio. Cosa abbiamo imparato nel 2020?

Podcast: il turismo che ruota attorno al rifugio

Un nuova rubrica dedicata al podcast, strumento sempre più utilizzato per ascoltare le testimonianze dalla viva voce dei diretti interessati. Cominciamo con Elena Cosmo, rifugista convinta, che ci racconta qualcosa di chi ruota attorno al mondo dei rifugi.
di Luca Serenthà

Podcast: il turismo che ruota attorno al rifugio Podcast: il turismo che ruota attorno al rifugio
Ultimi articoli:

Impianti e pandemie

4 marzo 2021, in: News

La mancata apertura delle stazioni sciistiche ha costituito sì un dramma epocale, ma potrebbe anche rappresentare un’occasione di cambiamento divenuto urgente per il futuro economico, sociale e ambientale dell’ecosistema montano.
di Sabrina Allegra, foto Stefano Di Marco

I luoghi della cultura

4 marzo 2021, in: News

A conclusione del progetto Corpo Links Cluster pubblichiamo i dossier di ricerca nelle valli italiane: Valle di Susa, Chisone e Germanasca. Due dossier di analisi territoriale e dei pubblici potenziali scaricabili da Dislivelli.eu.
di Maria Anna Bertolino e Alberto Di Gioia

Rifugi: spazi di educazione e sperimentazione

4 marzo 2021, in: News

Soggiornare in un rifugio significa doversi adattare a un ambiente diverso; permettere alle persone di vivere momenti speciali, di “iniziazione”, come la notte buia, l’alba, o il risveglio della montagna…
di Virginia Patrussi

Lo spazio del rifugio. Cosa abbiamo imparato nel 2020?

4 marzo 2021, in: News

Il rifugio è uno straordinario modello di socialità con condivisione degli spazi e funzioni che educano alla convivenza e all’adattamento. Oggi, messo in crisi dall’emergenza sanitaria, grazie agli gli accessi contingentati e programmati, potrebbe favorire una ridistribuzione più equilibrata dei flussi.
di Luca Gibello

Nuovi spazi di coworking disseminati sul territorio

4 marzo 2021, in: News

Oggi inauguriamo la rubrica “NATworking: telelavoro in ambiente montano” per raccontare come il territorio sta accogliendo il cambiamento del mondo del lavoro, adattando l’offerta delle strutture ricettive e inaugurando nuovi spazi di coworking disseminati sul territorio.
di Chiara Guidarelli e Giulia Cerrato

 Pagina 3 di 423 « 1  2  3  4  5 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance