Dislivelli.eu n. 115 ottobre-novembre 2022

Com’è cambiato, se è cambiato, il ruolo della montagna all’interno delle differenti discipline?

Dislivelli.eu n. 115 ottobre-novembre 2022 Dislivelli.eu n. 115 ottobre-novembre 2022

Montagne al centro: come cambia ruolo e protagonismo della montagna

Se oggi guardiamo la montagna possiamo prendere atto che in essa si è andata e si va formando una parte propulsiva che attraverso il suo agire la reinterpreta. Che si contrappone ad un’altra “debole” e, suo malgrado, resa passiva, rinunciataria, in larga misura silente e talora anche rancorosa.
di Cesare Emanuel

Montagne al centro: come cambia ruolo e protagonismo della montagna Montagne al centro: come cambia ruolo e protagonismo della montagna

La nuova letteratura sulla montagna

Si scrive di montagna come non mai; la montagna è “di moda”, nel senso che la letteratura alpina è uscita dalla nicchia in cui si era auto reclusa e prova a parlare a tutti, utilizzando spesso chiavi popolari che si ispirano alle storie familiari, alla natura curatrice, al silenzio, all’ascolto e alla contemplazione. Questa in fondo è la vera novità: esiste un sentimento della montagna al tempo di internet.
di Enrico Camanni

La nuova letteratura sulla montagna La nuova letteratura sulla montagna

Rimettere le mani nelle cose. La nuova dimensione fisica della montagna

La domanda oggi non è più come valorizzare quel gruppo di case, quei campi, quel paese, ma come renderli nuovamente abitabili e produttivi, interrogandosi a cosa possono servire per il futuro delle vite individuali e collettive.
di Antonio De Rossi e Laura Mascino

Rimettere le mani nelle cose. La nuova dimensione fisica della montagna Rimettere le mani nelle cose. La nuova dimensione fisica della montagna

Media e montagna: un passo avanti e due indietro

Il mondo della montagna oggi non si limita più solo agli incidenti e alla glorificazione dei soliti noti. C’è il ritorno lassù che è un fenomeno reale, gli ottomila diventati un circo, l’economia dello sci che non può essere raccontata solo in termini positivi. Ma allo stesso tempo i soliti noti sono gestiti dagli agenti che mediano con i giornalisti e non aiutano la comprensione.
di Leonardo Bizzaro

Media e montagna: un passo avanti e due indietro Media e montagna: un passo avanti e due indietro

Il turismo in montagna cambia pelle?

Mentre l’immaginario di un turismo in montagna legato per sempre allo sci da discesa persiste, l’indotto turistico si interroga sulle nuove sfide del turismo dolce. E i luoghi del turismo di massa già oggi propongono offerte integrate: un giorno in funivia più apericena in terrazza e un altro a passeggio nel parco e pernottamento in rifugio.
di Maurizio Dematteis

Il turismo in montagna cambia pelle? Il turismo in montagna cambia pelle?

Esuli pensieri in Valle Maira

L’Associazione Percorsi Occitani festeggia i 30 anni percorrendo in gruppo una tappa, da Camoglieres ad Alberti. Camminare è il modo più coerente con il loro mandato, coerente e informale, per dare libertà ai pensieri, appianare i contrasti, la diversità di vedute che, inevitabilmente, dopo 30 anni hanno preso corpo. Perché il mito del turismo dolce oggi ha bisogno di un tagliando.
di Toni Farina

Esuli pensieri in Valle Maira Esuli pensieri in Valle Maira

Assalto al legno

La legna da ardere non può essere il sostituto del metano rincarato e contingentato. Le biomasse legnose sono una componente essenziale della transizione energetica, soprattutto in montagna, ma solo se usate in edifici efficienti, con buoni impianti di combustione e se provenienti da filiere locali sostenibili
di Vanda Bonardo

Assalto al legno Assalto al legno

Come gli ambienti urbani e naturali possono influenzare il nostro benessere

Quali sono gli effetti positivi che la natura può avere sul benessere di un individuo? Che ruolo gioca nel miglioramento delle condizioni psico-fisiche ma anche nelle prestazioni lavorative? Che posizione ha questa risorsa nelle nostre vite?
di Chiara Guidarelli

Come gli ambienti urbani e naturali possono influenzare il nostro benessere Come gli ambienti urbani e naturali possono influenzare il nostro benessere

La storia di Brigì, cooperativa sociale per la rinascita di Mendatica

Premiata nel 2022 con la bandiera verde di Legambiente, Brigì è un interessante esempio di cooperativa di comunità che vuole portare benefici all’intera realtà locale in cui nasce.
di Claudia Apostolo e Milena Boccadoro

La storia di Brigì, cooperativa sociale per la rinascita di Mendatica La storia di Brigì, cooperativa sociale per la rinascita di Mendatica

La montagna viva in 15 scatti

Quindici allevatori, pastori, produttori e contadini della valle Stura (Cuneo), donne e uomini di età compresa tra i 23 e i 47 anni protagonisti del progetto fotografico dal titolo “La montagna viva. Storie di cura, tutela e valorizzazione in 15 foto-ritratti di comunità”.
di Luca Prestia

La montagna viva in 15 scatti La montagna viva in 15 scatti
Ultimi articoli:

Dislivelli.eu n. 114 marzo-giugno 2022

4 luglio 2022, in: News

I giovani sono il futuro. Largo ai giovani. Next generation ue, ecc. ecc. A parole la nostra società riconosce il ruolo fondamentale delle giovani generazioni nella ricerca di futuro. Ma poi, se si scende in profondità, si entra nei territori, si scopre che non sempre le cose stanno così.

I giovani, protagonisti di una montagna nuova

4 luglio 2022, in: News

La qualità della vita di chi vive in montagna è maggiore e questo spinge i giovani a impegnarsi in percorsi di studi e attività in piccoli comuni fornendo un importante presidio territoriale. Una pletora di buone pratiche e modelli replicabili in diversi territori montani italiani cui è necessario dare voce.
di Federica Corrado e Stefano Sala

Rete Rifai: la rivincita delle aree interne

4 luglio 2022, in: News

Rifai è un processo in fase embrionale che vede i giovani impegnati nella creazione di una nuova narrazione dei territori montani, perché le aree interne non sono luoghi nostalgici o mete del fine settimana, ma territori caratterizzati da un tessuto sociale e produttivo con un grande potenziale sommerso che necessita di essere valorizzato.
di Giulio Nascimben

La presidente dei giovani

4 luglio 2022, in: News

Le aree interne costituiscono il 60% del territorio italiano. Come possono le nuove generazioni prendere in mano il proprio futuro senza dover per forza lasciare la loro terra? Elisa Chillura, presidente della rete Rifai, racconta bisogni e desideri delle giovani e dei giovani che vivono nelle aree interne e montane del nostro Paese.
di Luca Serenthà

Mim: giovani sul campo nelle terre alte

4 luglio 2022, in: News

Un progetto nato nel 2019 dall’intreccio tra esperienze partecipative di antropologia applicata e il desiderio di alcuni studenti universitari di tornare nei loro territori montani di origine utilizzando i metodi dell’antropologia per coinvolgere le comunità locali.
di Valentina Porcellana

 Pagina 4 di 446  « First  ... « 2  3  4  5  6 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance