Iscriviti alla newsletter del Progetto AlpFoodway

Parte la prima newsletter del Progetto AlpFoodway: per la promozione delle tradizioni alimentari delle Alpi come strumento identitario capace di unire territori e comunità locali

Iscriviti alla newsletter del Progetto AlpFoodway Iscriviti alla newsletter del Progetto AlpFoodway

Dislivelli.eu marzo 2017

Le prospettive della montagna tra nuove piste forestali e trasformazioni di vecchie stazioni turistiche per andare incontro alla richiesta di un turismo sempre più esigente. Una riflessione a tutto campo in occasione dell’arrivo della primavera.

Dislivelli.eu marzo 2017 Dislivelli.eu marzo 2017

Camminar m’è dolce

Di seguito proponiamo una presa di posizione sulle Valli di Lanzo e le piste pastorali. Perché da almeno 15 anni in Piemonte vengono costruite nuove piste agro-silvo-pastorali grazie ai fondi europei. E tale fenomeno riguarda in modo pesante soprattutto le Valli di Lanzo.
di Werner Bätzing e Michael Kleider

Camminar m’è dolce Camminar m’è dolce

Da stazione sciistica a stazione turistica

Il Comune di Caspoggio e la Valmalenco propongono “Zenith Centro della Montagna”. Un progetto che ha permesso di trasformare una stazione sciistica in una stazione turistica fondata su fattori naturali, ambientali, paesaggistici, ma anche sulla valorizzazione della storia culturale del territorio.
Chiara Mazzucchi

Da stazione sciistica a stazione turistica Da stazione sciistica a stazione turistica

La Montagna maestra del limite

L’11 febbraio a Lanzo si è tenuto il convegno di lancio dell’iniziativa Balme Experience, una serie di incontri di riflessioni sul futuro possibile del turismo in valle. Un’occasione per assistere a una serie di interventi inediti sull’argomento tutt’altro che banali.
di Toni Farina

La Montagna maestra del limite La Montagna maestra del limite

Il destino viene dall’alto

Un laboratorio universitario in Val Mastallone, tredici laureandi in Ingegneria Edile-Architettura all’Università di Pavia e quattro progetti di recupero innovativo delle tradizioni produttive locali, della messa in rete delle eccellenze presenti sul territorio per turisti in cerca di qualità ambientale.
di Andrea Membretti

Il destino viene dall’alto Il destino viene dall’alto

Ci pensa l’aria

Tra aneddoti del passato e racconti al presente Daniele, Edmondo, Guido, Remo e il sindaco Danilo, raccontano la storia del vino Ramie, la passione nel “far vigna”, la bellezza del paesaggio e l’ingegnosità di una cremagliera monorotaia creata per “dare una mano quando c’è da portar su i pesi”.
di Raffaella Rizzi

Ci pensa l’aria Ci pensa l’aria

I turismi delle Alpi

Enrico Camanni, in occasione del convegno “Una montagna di opportunità – L’avvenire di Ayas e delle Alpi”, tenutosi a Champoluc il 3 dicembre 2016, descrive il radicale cambiamento che investe il turismo alpino nel nostro paese.

I turismi delle Alpi I turismi delle Alpi

AlpFoodway: orgoglio montano delle tradizioni alimentari

Parte il progetto Alpine Space AlpFoodway per la promozione e valorizzazione della cultura alimentare montana. Che vede impegnata l’Associazione Dislivelli accanto a 13 partner e 39 osservatori provenienti dai sei paesi alpini europei.

AlpFoodway: orgoglio montano delle tradizioni alimentari AlpFoodway: orgoglio montano delle tradizioni alimentari
Ultimi articoli:

Dislivelli.eu febbraio 2017

10 febbraio 2017, in: News

Con questo numero di Dislivelli vi presentiamo un’anteprima di alcuni dei risultati e il trailer del video dedicato alla ricerca di Dislivelli Intermont, rimandandovi alla presentazione del report completo che si terrà con un convegno dedicato nel mese di aprile di quest’anno.

Gli scambi tra montagna e città. Chi ci guadagna?

9 febbraio 2017, in: News

La montagna oggi non vive che in piccola parte esportando beni e servizi derivanti da sue specifiche risorse ed è fortemente dipendente dalla città. Potrebbe essere diverso? Secondo la ricerca Intermont di prossima pubblicazione sì; lo prova il fatto che le risorse disponibili sono largamente sottoutilizzate e che le attività capaci di trasformarle e gestirle con il lavoro di chi abita in montagna sono carenti.
di Beppe Dematteis

La governance tra montagna e città. Chi comanda?

9 febbraio 2017, in: News

Il rapporto di governance città e montagna è perennemente in cerca di un equilibrio. Dislivelli indaga le forme più interessanti attraverso cui questo rapporto si è esplicato per proporre una nuova cassetta degli attrezzi e per fornire indicazioni su quegli elementi che possono rendere virtuosi ed efficaci i processi di governance metro-montana.
di Erwin Durbiano e Federica Corrado

Filiere del legno in cerca di equilibrio

9 febbraio 2017, in: News

I tanti piccoli proprietari disinteressati delle loro foreste fanno sì che la risorsa legno in montagna non venga sfruttata in modo efficiente per le città e sostenibile per la montagna. Ci vorrebbe qualcuno che pensasse a come far diventare le foreste private dei beni per la collettività. Come Napoleone fece diventare le foreste delle collettività delle foreste dei comuni.
di Alberto Dotta

Non solo “Dislivelli” ma anche asimmetrie!

9 febbraio 2017, in: News

Nel rapporto tra montagna e città, la montagna è perdente fino a quando le statistiche tengono conto solo dei numeri riferiti alle popolazioni e non partono anche dalle specificità dei territori. Il vero cambiamento di paradigma si potrà avere solo nel momento in cui i punti di partenza saranno resi equivalenti grazie a parametri condivisi.
Paolo De Marchis

 Pagina 4 di 305  « First  ... « 2  3  4  5  6 » ...  Last »