Evento finale Progetto AlpFoodway

Martedì 29 Ottobre presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia in Via Melchiorre Gioia 37 a Milano, si terrà il Forum finale del Progetto Alpine Space AlpFoodway.

Evento finale Progetto AlpFoodway Evento finale Progetto AlpFoodway

Dislivelli.eu n. 100 settembre-ottobre 2019

Demografia, clima, ambiente, informazione, turismo, agro pastorale e tanto altro ancora. Che cosa è cambiato in montagna nel corso degli ultimi 10 anni?

Dislivelli.eu n. 100 settembre-ottobre 2019 Dislivelli.eu n. 100 settembre-ottobre 2019

10 anni di Dislivelli

Dal 2009 sono cambiate tante cose nel mondo, compreso il modo di considerare le montagne da parte di chi le governa, le abita, ci lavora o le vede dal di fuori. Il nostro lavoro continuerà attraverso attività di studio e comunicazione per avvicinare sempre più questi mondi, ridurne i dislivelli, renderli consapevoli degli interessi e dei valori che hanno in comune.
di Giuseppe Dematteis

10 anni di Dislivelli 10 anni di Dislivelli

10 anni di ricerche in rete sulla montagna

A che punto siamo? Molta strada è stata fatta dall’inizio, ma oggi la ricerca alpina ha bisogno di integrazione tra saperi disciplinari, tra aree territoriali per mostrare la complessità delle problematiche e le tante implicazioni sul territorio. L’Associazione Dislivelli sta guardando ora in questa direzione.
di Federica Corrado

10 anni di ricerche in rete sulla montagna 10 anni di ricerche in rete sulla montagna

10 anni di racconto della montagna. O forse no

In dieci anni di informazione l’immagine della montagna non è cambiata di molto. Eppure nel corso di questi due lustri qualcosa è successo, il mondo è cambiato e la montagna si è trasformata. Proviamo a scorrere alcuni di questi cambiamenti.
Maurizio Dematteis

10 anni di racconto della montagna. O forse no 10 anni di racconto della montagna. O forse no

10 anni di trasformazioni del turismo

Che cosa è cambiato sulle Alpi italiane negli ultimi dieci anni? Di fatto poco, eppure moltissimo. Il turismo montano non sarà mai più quello di inizio millennio, l’innalzamento della neve condizionerà pesantemente la pratica dello sci, ma si profilano straordinarie opportunità per il turismo dolce estivo e di mezza stagione.
di Enrico Camanni

10 anni di trasformazioni del turismo 10 anni di trasformazioni del turismo

10 anni di politiche per la montagna

Gli ultimi dieci anni di politiche per la montagna hanno chiuso la fase dell’assistenzialismo e aperto un percorso che ancora oggi non è del tutto definito. E Dislivelli ha raccontato tutto questo attraverso storie, politiche, comunità facendo analisi e informazione, spesso avvalendosi anche della collaborazione di Uncem.
di Marco Bussone

10 anni di politiche per la montagna 10 anni di politiche per la montagna

10 anni di cambiamenti di clima e ambiente

Nei dieci anni di attività di Dislivelli clima e ambiente alpino sono mutati in peggio, con l’aumento della concentrazione di Co2 nell’aria, l’innalzamento delle temperature medie di mezzo grado Celsius e il forte regresso dei ghiacciai. E il territorio incontaminato oggi non esiste più, nemmeno a 4000 metri.
di Luca Mercalli

10 anni di cambiamenti di clima e ambiente 10 anni di cambiamenti di clima e ambiente

La demografia alpina nel terzo millennio

Nei primi dieci anni del terzo millennio si sta mettendo in moto una sorta di piccola mutazione antropologica. Molti giovani hanno incominciato ad indirizzarsi verso scelte di studio diverse o hanno avviato “start-up” innovative per vivere nei territori montani. Si è cominciato a respirare un’aria nuova, una svolta per ridare speranza alle terre alte.
di Annibale Salsa

La demografia alpina nel terzo millennio La demografia alpina nel terzo millennio

10 anni di migrazioni montane

Abbiamo dato il nostro contributo tenendo vivo un dibattito pubblico, non solo tra esperti, sul ruolo che le nuove popolazioni migranti possono rivestire per le terre alte ripensando allo sviluppo di una nazione per tre quarti montana e per quasi metà anziana.
di Andrea Membretti

10 anni di migrazioni montane 10 anni di migrazioni montane

Ambiente montano: il tempo del coraggio

Dieci anni fa non avremmo previsto una situazione così inverosimile: e oggi al tempo della consapevolezza deve seguire “il tempo del coraggio” perché il mondo oggi ha un gran bisogno di scelte coraggiose.
di Vanda Bonardo

Ambiente montano: il tempo del coraggio Ambiente montano: il tempo del coraggio

L’allevamento in montagna nel terzo millennio

L’abbandono di pratiche tradizionali di allevamento ha comportato perdite di conoscenze e salvaguardia dei paesaggi creati, utili anche alle attività turistiche e culturali. Ma in quest’ultimo decennio si osserva un ritorno ai sistemi originari più coerenti con le disponibilità della montagna.
di Luca Battaglini

L’allevamento in montagna nel terzo millennio L’allevamento in montagna nel terzo millennio

Back to the future: andate e ritorni dei grandi carnivori sulle Alpi

Per festeggiare i cento numeri di Dislivelli, facciamo un viaggio indietro nel tempo di cent’anni nelle Alpi: scegliete una valle che conoscete bene e risalitela fino a quota 1000. Ecco. Adesso fermatevi un momento e guardatevi intorno. Cosa vedete?
di Irene Borgna

Back to the future: andate e ritorni dei grandi carnivori sulle Alpi Back to the future: andate e ritorni dei grandi carnivori sulle Alpi

2009-2019: dieci anni di Convenzione delle Alpi

In 10 anni nelle Alpi le cose sono peggiorate, ma l’intensità del peggioramento è diminuita rispetto al decennio precedente, e questo deve tutto sommato essere interpretato in maniera ottimistica, perché non tutto è negativo e qualche spiraglio si intravvede.
di Francesco Pastorelli

2009-2019:  dieci anni di Convenzione delle Alpi 2009-2019:  dieci anni di Convenzione delle Alpi

Un decennio di cultura architettonica nelle Alpi

È stato un decennio molto intenso per l’architettura nelle Alpi, che ha vissuto un importante riposizionamento culturale e visto una nuova sensibilità verso la qualità dello spazio costruito e la valorizzazione dei patrimoni e dei territori.
di Roberto Dini

Un decennio di cultura architettonica nelle Alpi Un decennio di cultura architettonica nelle Alpi

Seconda edizione del Premio Fare paesaggio

Torna il Premio “Fare paesaggio” curato dall’Osservatorio del Trentino e tsm-step Scuola per il governo del territorio. Con l’obiettivo di sensibilizzare sulla salvaguardia e sostenere la corretta gestione del paesaggio. Scadenza il 31 ottobre 2019.

Seconda edizione del Premio Fare paesaggio Seconda edizione del Premio Fare paesaggio
Ultimi articoli:

Biomasse: dalle foreste energia per il futuro

15 gennaio 2010, in: News

L’Ipla, Istituto per le piante da legno e l’ambiente, nato nel 1979 dall’acquisizione da parte della Regione Piemonte dell’Inpl, Centro Ricerche delle Cartiere Burgo, svolge un ruolo di studio, monitoraggio e gestione della risorsa forestale. Con la ricorrenza del Trentennale della sua costituzione ha organizzato recentemente un convegno dal titolo “Biomasse: dalle foreste energia per il futuro”. Per riflettere su un’importante fonte di energia rinnovabile.
Di Luca Battaglini

La lavagna interattiva

15 gennaio 2010, in: News

La scuola primaria Nuto Revelli di Piano Quinto, in Valle Stura, Provincia di Cuneo, ha a disposizione una lavagna interattiva per lezioni a distanza condivise. Una risorsa importante per le scuole di montana, minacciate dalla recente legge Gemini. Che viene visitata e studiata anche dai docenti delle scuole d’oltralpe.
Di Maurizio Dematteis

Antico e moderno: una soluzione

15 gennaio 2010, in: News

Il Comune di Étroubles nella Valle del Gran San Bernardo (Valle d’Aosta) è noto ai viaggiatori diretti in Svizzera perché la superstrada del traforo fa un tornante a due passi dalle case. In passato era un importante villaggio, dove nell’800 passò Napoleone con le sue truppe. Oggi un bel paese vivo, con case ristrutturate in pietra e legno, e opere d’arte moderna e contemporanea, frutto di una geniale collaborazione con il vicino Vallese.
Di Enrico Camanni

Il nuovo che avanza

15 gennaio 2010, in: News

Metà degli abitanti di Stroppo, piccolissimo comune della Val Maira, sono montanari per scelta. Andati a vivere lassù dopo essere cresciuti in città o in pianura. Grazie a loro, una comunità che sembrava condannata al declino ha trovato nuova vitalità. La realtà di questo minuscolo paese dimostra come tra i protagonisti del futuro della montagna ci possano essere persone in cerca di lavoro e abitazioni a basso prezzo, neoruralisti in fuga dalla metropoli o professionisti che si dividono tra le valli e la città.
Di giacomo Pettenati

Dalla terra alla terra

15 gennaio 2010, in: News

Il ritorno alla terra visto come risposta alla crisi finanziaria vissuta in città? Ma in questo modo le zone rurali rischiano di diventare lo sfondo per slogan e proclami. E le testimonianze di alcuni abitanti della Valle Stura raccontano che sono pochi coloro che avvertono gli effetti della crisi economica, mentre si insinua una crisi più sotterranea, che si manifesta, ad esempio, nel rimpianto per forme di socialità perdute.
Di Sara Rubeis e Erich Giordano

 Pagina 379 di 387  « First  ... « 377  378  379  380  381 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance