Dislivelli.eu n. 98 giugno 2019

Il numero di giugno 2019 di Dislivelli.eu fa luce con l’aiuto dei massimi esperti italiani sulla necessità e sull’urgenza di riflettere sui temi dei Servizi ecosistemici e del loro costo. Per il futuro sul nostro Pianeta.

Dislivelli.eu n. 98 giugno 2019 Dislivelli.eu n. 98 giugno 2019

Servizi ecosistemici. Chi paga?

Nelle politiche e nei processi decisionali bisogna sviluppare strumenti economici innovativi per la conservazione e la valorizzazione dei Servizi ecosistemici. Le esternalità positive o negative della gestione di risorse naturali devono tradursi in ricavi e costi per i gestori.
di Davide Pettenella e Giorgia Bottaro

Servizi ecosistemici. Chi paga? Servizi ecosistemici. Chi paga?

Come affrontare il cambiamento degli ecosistemi?

Le modifiche agli ecosistemi causate dal cambiamento climatico porteranno a conseguenze sociali, culturali ed economiche significative. Che fare? Ad esempio promuovere misure di adattamento nature-based per il rafforzamento della resilienza degli ecosistemi potenziando i sevizi ecosistemici.
di Lorenzo Ciccarese

Come affrontare il cambiamento degli ecosistemi? Come affrontare il cambiamento degli ecosistemi?

Mettere i servizi ecosistemici al centro

Per ri-centralizzare la natura nelle scelte di sviluppo future e individuare le soluzioni efficienti ed economicamente convenienti bisogna partire dalla mappatura e valutazione economica dei Servizi ecosistemici.
di Riccardo Santolini

Mettere i servizi ecosistemici al centro Mettere i servizi ecosistemici al centro

Arco alpino: servizi ecosistemici offresi

Lo spazio alpino è un importante hotspot di servizi ecosistemici (Se) di cui usufruiscono la società intera e i principali settori economici: turismo, agricoltura, energia e trasporti. Una risorsa strategica per la governance territoriale transalpina.
di Lukas Egarter Vigl e Sebastian Candiago

Arco alpino: servizi ecosistemici offresi Arco alpino: servizi ecosistemici offresi

La storia liquida dei Bim

Grazie alla legge sui Bim del 1953 fortemente voluta dai padri della politica montana i primi Pes della storia italiana, i Pagamenti per i servizi ecosistemici, si riversarono sui comuni montani. Con buona pace delle potenti imprese idroelettriche nazionali.
di Oscar Gaspari

La storia liquida dei Bim La storia liquida dei Bim

La tradizione della canapa torna in Ossola

Evelina Felisatti ha 31 anni, un fisico minuto e uno sguardo gentile. Ha scelto di fare la contadina, canapa e antichi cultivar, che produce, trasforma e vende con metodo biodinamico. Il tutto in montagna.
di Marta Geri

La tradizione della canapa torna in Ossola La tradizione della canapa torna in Ossola

Alpine Food Heritage Contest

Un Concorso ad immagini per descrivere il patrimonio alimentare alpino. E ampliare il sostegno alla candidatura del patrimonio alimentare alpino alla lista del patrimonio culturale mondiale immateriale dell’Unesco.

Alpine Food Heritage Contest Alpine Food Heritage Contest

Quando la cultura rafforza i territori

Il 23 e 24 maggio 2019 alla Redoute Marie di Thérèse del comune di Avrieux, nella Maurienne francese, si è tenuto il living lab “Cultura’tractive”, evento all’interno dei Progetti Alcotra Corpo Links Cluster (Clc) e Feast.
di Marcella Rodino

Quando la cultura rafforza i territori Quando la cultura rafforza i territori

Una fotografia delle montagne del Piemonte

Il Rapporto montagne del Piemonte svela tre territori differenti: i Distretti turistici, la Montagna integrata e la Montagna interna. Tre montagne diverse con i loro limiti e le loro opportunità.
di Maurizio Dematteis

Una fotografia delle montagne del Piemonte Una fotografia delle montagne del Piemonte
Ultimi articoli:

Antico e moderno: una soluzione

15 gennaio 2010, in: News

Il Comune di Étroubles nella Valle del Gran San Bernardo (Valle d’Aosta) è noto ai viaggiatori diretti in Svizzera perché la superstrada del traforo fa un tornante a due passi dalle case. In passato era un importante villaggio, dove nell’800 passò Napoleone con le sue truppe. Oggi un bel paese vivo, con case ristrutturate in pietra e legno, e opere d’arte moderna e contemporanea, frutto di una geniale collaborazione con il vicino Vallese.
Di Enrico Camanni

Il nuovo che avanza

15 gennaio 2010, in: News

Metà degli abitanti di Stroppo, piccolissimo comune della Val Maira, sono montanari per scelta. Andati a vivere lassù dopo essere cresciuti in città o in pianura. Grazie a loro, una comunità che sembrava condannata al declino ha trovato nuova vitalità. La realtà di questo minuscolo paese dimostra come tra i protagonisti del futuro della montagna ci possano essere persone in cerca di lavoro e abitazioni a basso prezzo, neoruralisti in fuga dalla metropoli o professionisti che si dividono tra le valli e la città.
Di giacomo Pettenati

Dalla terra alla terra

15 gennaio 2010, in: News

Il ritorno alla terra visto come risposta alla crisi finanziaria vissuta in città? Ma in questo modo le zone rurali rischiano di diventare lo sfondo per slogan e proclami. E le testimonianze di alcuni abitanti della Valle Stura raccontano che sono pochi coloro che avvertono gli effetti della crisi economica, mentre si insinua una crisi più sotterranea, che si manifesta, ad esempio, nel rimpianto per forme di socialità perdute.
Di Sara Rubeis e Erich Giordano

Attenti al lupo

14 dicembre 2009, in: Appuntamenti

Sabato 19 dicembre alle ore 15:30, presso la Porta di Valle “Segnavia”di Brossasco, Valle Varaita (Cn), si terrà l’incontro “Il ritorno del predatore sulle nostre Alpi: una convivenza possibile?

Nevica sui monti?

14 dicembre 2009, in: News

Cade la prima neve sul Piemonte e cominciano i problemi per i servizi delle terre alte: Nerone, Chiotti e Chiappi, in val Grana, restano per ore senza luce, copertura televisiva e telefonica. Il vallone di San Michele di Prazzo, in val Maira, per tre giorni con le linee telefoniche interrotte. Mariano Allocco, del Presidio alpino Parate, invia una lettera per esprimere le sue preoccupazioni alla Redazione di Dislivelli.

 Pagina 371 di 379  « First  ... « 369  370  371  372  373 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance