Dislivelli.eu n. 101 novembre 2019

Quali sono i servizi che permettono a un territorio montano di essere vivibile e quali le soluzioni per fornirli?

Dislivelli.eu n. 101 novembre 2019 Dislivelli.eu n. 101 novembre 2019

Nuovi servizi per piccoli comuni

I Piccoli Comuni che affrontano oggi una nuova stagione di sviluppo locale, nelle montagne e nelle aree interne, devono garantire politiche e servizi efficienti alle diverse tipologie dell’abitare che ospitano sui loro territori.
di Giampiero Lupatelli

Nuovi servizi per piccoli comuni Nuovi servizi per piccoli comuni

Pensare nuovi servizi per l’Italia dei borghi

Un nuovo modello di sviluppo fatto di manutenzione del territorio, ridistribuzione territoriale e decongestionamento dei centri urbani vede al centro l’Italia dei borghi come laboratorio di eccellenza per sperimentare politiche innovative nella gestione dei servizi.
di Alessandra Bonfanti

Pensare nuovi servizi per l’Italia dei borghi Pensare nuovi servizi per l’Italia dei borghi

Piccole scuole

L’istruzione di qualità per tutti è il quarto obiettivo del Millennio secondo l’Onu. In Italia bisogna garantirla anche nelle aree montane ed interne, cioè sui due terzi del territorio dove vive un quarto della popolazione italiana.
di Claudia Apostolo

Piccole scuole Piccole scuole

Trasporti in aree interne

Condivisione dei mezzi, servizi a chiamata e intermodalità. Oggi le politiche nazionali sui trasporti richiedono flessibilità per andare incontro agli sforzi messi in campo dai comuni delle Aree interne.
di Filippo Tantillo

Trasporti in aree interne Trasporti in aree interne

Banda larga e vie strette

I problemi legati al digital divide tra aree metropolitane e montane sono tre: tv, telefonia mobile e internet. La soluzione è affrontarli insieme grazie alla Strategia italiana per la banda ultralarga. Con un occhio di riguardo ai possibili rischi per la popolazione.
Vanda Bonardo

Banda larga e vie strette Banda larga e vie strette

Le Maison de services

Sono decine di centrali operative disseminate nei piccoli comuni rurali francesi per offrire agli abitanti il ventaglio dei servizi offerti dalla rete nazionale, regionale e comunale. Un servizio pianificato a livello centrale frutto di una politica lungimirante.
di Maurizio Dematteis

Le Maison de services Le Maison de services

L’evento finale di AlpFoodway

Martedì 29 ottobre, nel corso della conferenza finale del progetto AlpFoodway, sono stati presentati i risultati del progetto e le linee guida che in esso sono state sviluppate perché i saperi legati al cibo diventino elementi di una strategia di sviluppo sostenibile delle Alpi.
di Marta Geri

L’evento finale di AlpFoodway L’evento finale di AlpFoodway
Ultimi articoli:

31 luglio ore 10: creare un’associazione fondiaria?

23 luglio 2010, in: Appuntamenti

Sabato 31 luglio, ore 10, presso il “Museo Seles” di Borgata Chiesa 1, a Celle di Macra, si discuterà della creazione di un associazione fondiaria montana per la gestione delle terre incolte.

Saperi e competenze “alti”

14 luglio 2010, in: News

Centri storici recuperati e borghi montani con nuovo look. Ma anche “villettopoli” che mangiano territorio e omologazione cittadina che divora le terre alte. Per salvarsi bassa e alta montagna piemontese hanno bisogno di acquisire saperi per raggiungere orizzonti ampi. E ritessere i fili del locale/globale. Saranno all’altezza?
Di Vanda Bonardo

Perché mantenere Scienze e Cultura delle Alpi?

14 luglio 2010, in: News

Operatori turistici, incubatori d’azienda, produttori di energia da fonti rinnovabili e pianificatori ambientali. Sono solo alcune delle professioni cui si può accedere attraverso la formazione offerta dal corso interfacoltà Scienze e Cultura delle Alpi di Torino. Un ventaglio di proposte per promuovere una “regione unica al centro dell’Europa”.
Di Luca Battaglini

Un patrimonio impegnativo

14 luglio 2010, in: News

Sabato 3 luglio la Valle di San Lucano (Taibon Agordino) ha ospitato un incontro d’eccezione, con centinaia di valligiani coinvolti nella discussione sulle opportunità e le insidie che, a un anno di distanza, sottendono la proclamazione delle Dolomiti a Patrimonio dell’Umanità.
Di Enrico Camanni

Telelavoro in montagna

14 luglio 2010, in: News

Si può lavorare dalla montagna rapportandosi con la città e con il mondo intero? Certo che si. Ed è una vera rivoluzione, resa possibile dalla diffusione di Internet. Perché oggi chi non ha bisogno di una presenza fissa sul posto di lavoro, può esercitare la propria attività in un ambiente di eccezionale bellezza e tranquillità. Noi della Società meteorologica italiana l’abbiamo fatto.
Di Luca Mercalli

 Pagina 352 di 390  « First  ... « 350  351  352  353  354 » ...  Last » 
Web design e sviluppo: Resonance