Dislivelli.eu n. 80 settembre 2017

I 25 anni dei Percorsi occitani in Valle Maira fanno scuola a nuove forme di sviluppo montano che passano anche attraverso l’offerta di un’accoglienza sostenibile per i territori e i suoi abitanti. Un settore in forte sviluppo che si appresta ad essere monitorato in Piemonte da un Osservatorio dedicato.

Dislivelli.eu n. 80 settembre 2017 Dislivelli.eu n. 80 settembre 2017

Alternativa concreta

Era già chiaro anni fa che la civiltà tradizionale alpina era finita. Restano tre possibilità per le Alpi: tornavano a vivere in forme nuove, diventare il museo di se stesse, trasformarsi in periferia della città. Il caso Val Maira, pur tra le difficoltà, le discussioni, le derive, le correzioni e i ritorni, prova l’efficacia della prima strada.
di Enrico Camanni

Alternativa concreta Alternativa concreta

Venticinque anni di Percorsi Occitani

Ancora a scrivere di Valle Maira. Ma l’occasione dell’anniversario è troppo ghiotta. D’altronde un quarto di secolo è davvero un bel traguardo per questo progetto di turismo dolce. Un’esperienza relativamente giovane, ma consolidata, anche grazie alla quale questa splendida valle della Granda è diventata un caso, un esempio.
testo e foto di Toni Farina

Venticinque anni di Percorsi Occitani Venticinque anni di Percorsi Occitani

Invasi idrici in Piemonte

Sull’onda della crisi idrica, l’attenzione di politica e istituzioni si sta concentrando sulle aree montane per la progettazione di nuovi invasi. Cercando di salvaguardare le esigenze delle stazioni sciistiche. E forse anche quelle di agricoltura e allevamento.
di Anna Anselmi

Invasi idrici in Piemonte Invasi idrici in Piemonte

Nasce l’Osservatorio di Trip Montagna

Uno strumento importante per monitorare l’andamento di un turismo “artigianale” con le sue infrastrutture minime, la sua rete di attori della montagna e la sua offerta turistica che copre tutti i 12 mesi dell’anno. I primi dati verranno divulgati in novembre di quest’anno nel corso di un incontro dedicato.
di Maurizio Dematteis

Nasce l’Osservatorio di Trip Montagna Nasce l’Osservatorio di Trip Montagna

Il papà italo-svizzero di Alpfoodway: Progetto E.C.H.I.

La piattaforma web www.intangiblesearch.eu è l’anello di congiunzione tra il progetto E.C.H.I. e AlpFoodway. Dove l’eredità di E.C.H.I con la sua indagine sulle tracce (gli echi) ancora vive della cultura alpina, verrà incrementata dal lavoro di AlpFoodway sulla cultura del cibo nelle Alpi.
di Giacomo Pettenati

Il papà italo-svizzero di Alpfoodway: Progetto E.C.H.I. Il papà italo-svizzero di Alpfoodway: Progetto E.C.H.I.

Nuovi abitanti e Il richiamo della foresta

Il Festival “Il richiamo della foresta” ha portato più di tremila persone nei prati e nei boschi di Estoul, piccola frazione di Brusson, in Val d’Ayas, dal 21 al 23 luglio di quest’anno. Nella mattinata di sabato 22 luglio l’Associazione Dislivelli ha organizzato un partecipato incontro su “i nuovi montanari”.
di Maurizio Dematteis

Nuovi abitanti e Il richiamo della foresta Nuovi abitanti e Il richiamo della foresta
Ultimi articoli:

Territorio e sogno

26 gennaio 2010, in: Appuntamenti

“Occorre far ripartire ad Ivrea una cultura alpinistica territoriale abbandonata da lungo tempo, con lo sforzo da parte di più enti e da parte dei cittadini stessi. L’alternativa è quella di spostarsi altrove, ma allora ad Ivrea continuerà a non esserci nulla”. Da gennaio a giungo un ciclo di serate nell’eporediese dal titolo “Vista sul sogno”.

Mountain Photo Festival

17 gennaio 2010, in: News

Un festival fotografico per veicolare un’immagine di sviluppo e innovazione delle Alpi. Con workshop gratuiti indirizzati a giovani fotografi per mettere a confronto l’esperienza di chi insegna con la freschezza di occhi e menti giovani.
Di Giacomo Chiesa

Giovani Ricercatori per le Alpi di domani

15 gennaio 2010, in: Appuntamenti

L’Associazione Dislivelli, in collaborazione con il Dipartimento Interateneo Territorio (Politecnico e Università di Torino) e il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, organizza nella primavera 2010 il 1° Forum interdisciplinare Giovani Ricercatori per le Alpi di domani.

La montagne delle donne: una storia da scrivere

15 gennaio 2010, in: News

Su 130 musei etnografici censiti nei comuni di minoranza linguistica nelle valli piemontesi e valdostante, soltanto due fanno esplicito riferimento, nella loro denominazione, alla presenza femminile: il Museo della canapa e del lavoro femminile di Prazzo (Cn) e il Museo delle donne valdesi di Angrogna (To). Evidentemente, una storia delle Alpi che includa e inserisca le donne nel posto che loro spetta è ancora da scrivere.
Di Valentina Porcellana

In scena le minoranze

15 gennaio 2010, in: Libri

Sibilla Paolo e Porcellana Valentina (a cura di), Alpi in scena. Le minoranze linguistiche e i loro musei in Piemonte e Valle d’Aosta, Daniela Piazza Editore, Torino 2009.

Le comunità di lingua occitana, francoprovenzale e walser di Piemonte e Valle d’Aosta presentate attraverso i loro musei. Una raccolta di saggi di antropologi e studiosi del mondo alpino per offrire l’immagine di società alpine attive, aperte e in movimento.
Di Laura Bonato

 Pagina 312 di 322  « First  ... « 310  311  312  313  314 » ...  Last »