IT/Un progetto in movimento

17 maggio 2018

Come è bene ricordare Corpo Links Cluster è un progetto di innovazione in termini di offerta culturale e sviluppo dei pubblici. Partner del progetto sono L’Espace Malraux a Chambéry e il Teatro Stabile di Torino, produttori artistici, l’Università Savoie Mont-Blanc attraverso la sua divisione Montagna inventiva, Dislivelli, specialista della ricerca e della comunicazione culturale del territorio montano-rurale italiano. I quattro partner si sono associati per produrre un’offerta culturale sul territorio di montagna che collega i centri urbani di Chambéry e Torino, innovativa e stimolante in termini di turismo ed economia.
La sfida è produrre un modello di riflessione e di realizzazioni artistiche i cui obiettivi siano: mobilitare nuove reti di pubblici rivolgendosi principalmente ai giovani e agli abitanti delle zone montane lontane dai centri urbani, inventare un modello economico cooperativo per finanziare lo spettacolo vivente, creare una nuova governance attorno al servizio pubblico della cultura che associ ricerca e impresa, proporre un’offerta culturale alternativa al turismo di massa in montagna.

Nel corso di tre anni (tra aprile 2017 ed aprile 2020) i partner, riuniti all’interno di un cluster, lavoreranno sull’identità culturale forte che accomuna gli abitanti del territorio transfrontaliero: la pratica della montagna. Partendo dalla constatazione che questa, oggi, è quasi esclusivamente di tipo sportivo, saranno organizzati sull’asse transfrontaliero incontri pubblici tra sportivi e artisti che praticano discipline basate sul mettere in gioco il proprio corpo. Atleti e artisti condivideranno in pubblico conoscenze e competenze e daranno vita a nuove produzioni artistiche, realizzate appositamente per Corpo Links Cluster, ispirate alla cultura propria di coloro che vivono la montagna, residenti e turisti.

Cosa è stato fatto fino ad oggi?
A inaugurare la stagione di Corpo Links Cluster è stata a settembre 2017 La Parade Moderne, una sfilata artistica che ha invaso le vie del centro di Chambéry e di Torino, guidata da un gruppo di musicisti che hanno scandito l’incedere sulle note del celebre Boléro di Ravel.
Ad oggi Corpo Links Cluster ha svolto una serie di sopralluoghi sul territorio alpino transfrontaliero per individuare e conoscere i luoghi più suggestivi che faranno da palcoscenico agli spettacoli degli artisti coinvolti nel progetto. Il territorio interessato saranno inizialmente la Valle di Susa e la Val Chisone in Italia e il bacino di Chambéry, da Bourget du Lac al lago di La Thuile in Francia.
Due sono stati i cluster che hanno coinvolto imprenditori italiani e francesi, artisti e sportivi durante il corso del primo anno di progetto.
Il primo cluster, “Arte, cultura e impresa” di dicembre 2017, è stata un’occasione per esplorare insieme a un gruppo d’imprenditori francesi e italiani e alle organizzazioni artistiche e di spettacolo le potenzialità di un legame più stretto tra dimensione artistica e culturale e dimensione imprenditoriale per coglierne le potenziali intersezioni, le piste di ricerca, le opportunità di cooperazione. Mentre a febbraio 2018 si è tenuto presso l’Université Savoie – Mont Blanc di Chambéry il secondo incontro del Cluster dedicato al tema “Cultura artistica VS Cultura sportiva”. E’ stato messa in luce la possibilità di un’ibridazione tra il mondo dell’arte e quello dello sport, che fra qualche mese potremo già vedere in scena negli spazi naturali che i partner del progetto Corpo Links Cluster hanno scelto per noi.
Sempre a febbraio 2018 si è tenuto il festival “La Chaleur des grand froids di Chambéry” organizzato dal Teatro Espace Malraux, che ha visto in scena l’artista Piergiorgio Milano e una serie di incontri e iniziative a base di sport – danza – montagna.
Ed infine a marzo è stata la volta dei sopralluoghi artistici. Due artisti coinvolti nel progetto Corpo Links Cluster, i coreografi Marco D’Agostin e Michele di Stefano sono partiti alla scoperta delle montagne piemontesi (Pragelato, Bardonecchia, Sauze di Cesana) per individuare i luoghi dove realizzare residenze artistiche con i giovani sportivi e le comunità del luogo e le rispettive produzioni artistiche.

Cosa ci aspetta nei prossimi mesi?
Una lunga estate ricca di eventi, dal festival La Belle Balade a Chambéry, agli spettacoli di Marco D’Agostin – che unirà danza e sci di fondo in FIRST LOVE a Pragelato; OROGRAFIA di Michele di Stefano MK a Bardonecchia; LA SPIRE di Chloé Moglia a Bardonecchia.
…E ancora incontri artisti – sportivi che si confronteranno sui punti in comune tra le due discipline, e infine un ultimo cluster dedicato al turismo in montagna prima delle vacanze di agosto.

Per maggiori informazioni sugli eventi: www.corpolinkscluster.eu

Nessun commento.

Replica








Web design e sviluppo: Resonance